top of page
IL CAMBIAMENTO BAS PIXEL.jpg

Tavola Razionale
"Il cambiamento"

Esistono momenti della nostra vita in cui avvengono cambiamenti non voluti ma determinati da molteplici fattori. Nel caso della carta invece, spetterebbe a noi fare la scelta che ci condurrebbe al cambiamento. A volte si giunge emotivamente ad uno stato in cui sentiamo nel nostro IO-IN* l’esigenza, oramai definita, di cambiare la nostra esistenza.

Per far ciò saremmo obbligati a prendere alcune decisioni importanti che potrebbero non solo determinare un nostro nuovo cammino, ma anche quello delle persone che ci amano e ci seguono.

Prendere decisioni non è mai una cosa facile quindi sono necessarie una convinzione solida ed una volontà forte. Vari fattori potrebbero indebolire queste nostre capacità, inducendoci a desistere e ad accettare la routine che si è consolidata nella nostra vita.

Tale sconfitta psico–emotiva potrebbe produrre in noi molte frustrazioni che contribuirebbero, altresì, ad irrigidire buona parte del nostro IO-IN*.

Al contrario, il mettersi in gioco, rischiando una parte di se stessi per seguire l’invito del nostro IO-IN* seppur costellato di paure da affrontare, potrebbe diventare il traguardo per il raggiungimento della nostra autostima.

Tutti noi ci spaventeremmo con un salto nel vuoto non sapendo dove andiamo, in che maniera e cosa diventeremo.

Dovremmo accettare con serenità questo tipo di sensazione, coscienti che nel corso della vita non saremo mai soli, ma accompagnati dalle persone che ci amano, e sempre dal nostro creatore universale.

I dubbi e le apprensioni si dissolveranno se riusciremo a metterci in armonia con la natura, ottenendo anche il giusto equilibrio tra la nostra ratio ed il nostro IO-IN*.

Noi, sempre e in ogni modo, saremo gli artefici della nostra vita, avvalendoci d’energia positiva, convinzione e volontà associate ad una grande autostima.

Acquisire energia positiva è possibile in svariati modi, potremmo innanzitutto circondarci di persone che, a loro volta, sono ottimiste trasfondendoci parte di questa loro energia che potremmo assorbire a poco a poco. Potremmo ricercare tal energia immergendoci nella natura che, con la propria armonia, ci indurrebbe a riflessioni che a loro volta farebbero chiarezza e trasparenza nel nostro IO-IN*.

Oltremodo, attraverso la ricerca spirituale, potremmo scoprire la parte pura di noi stessi latente nel nostro IO-IN*, la quale una volta sollecitata risveglierebbe in noi forze insperate che pensavamo disperse. Altre caratteristiche utili sono la convinzione e la volontà.

Tali qualità non sono presenti in noi in misura predeterminata, bensì sono qualità che dovremmo alimentare progressivamente attraverso un processo fatto di piccoli successi che nel tempo instillerebbero in noi certezze e fiducia.

Questo meccanismo psicologico emotivo potrebbe esserci utile in ogni frangente della nostra vita, soprattutto quando saremmo posti di fronte a decisioni importanti. I cambiamenti possono essere positivi o negativi. Non è detto che un cambiamento negativo sia nefasto per noi. Dovremmo ricordarci che dentro una cosa negativa c’è sempre una parte positiva che potremmo scoprire e viceversa. In alcuni casi il cambiamento potrebbe diventare una tappa obbligata dalla quale non potremmo esimerci dal percorrere e raggiungere.

Il cambiamento è un’evidenza di fronte alla quale potremmo chiudere gli occhi credendo che sia sufficiente per non affrontarlo.

Se dovessimo trovarci davanti ad un monte che ci separa da un luogo che rappresentasse la nostra felicità, e quella dei nostri cari, saremmo dei codardi se ci fermassimo o peggio ancora tornassimo indietro. Una scalata difficile o pericolosa non dovrebbe impedirci di raggiungere la meta.

Davanti a questa prospettiva dovremmo essere coraggiosi e convinti che tutto ciò che probabilmente soffriremo sarebbe per il nostro bene futuro e che, in fondo, ne varrebbe la pena.

Il colore arancio è sinonimo d’energia positiva e forza mentale. È un colore composto dal rosso, passionale, caldo, istintivo e impulsivo e dal giallo, fiero, forte, luminoso, rigenerante.

L’arancio a prima vista potrebbe darci la sensazione di una certa ossessività e ipnotismo, ma anche se queste due caratteristiche in una certa misura gli sono proprie, nello stesso tempo ci infonde una certa energia legata alle nostre convinzioni.

Potrebbe rappresentare la forza del salto, la fiducia nelle proprie capacità e la presa di coscienza del valore del nostro essere.

Il cambiamento non è solo di vita, riguarda anche la nostra parte intima dell’IO-IN*.

Potremmo cambiare tutto intorno a noi, ma se non siamo in armonia con l’IO-IN* tali cambiamenti rimarrebbero futili e privi di essenza esistenziale.

Il cambiamento dovrebbe rappresentare una metamorfosi che ci trasformi in una leggiadra e bellissima farfalla pronta a posarsi sui fiori della vita.

bottom of page